Il logo, l’elemento più importante per il tuo business

È vero, tutti ci sentiamo creativi e pieni di idee, probabilmente per l’entusiasmo di avviare qualcosa di nuovo, e sicuramente anche tu avrai pensato più volte di realizzarti il logo per conto tuo, usando i programmi a cui hai accesso grazie ad internet. Come grafico professionista, ne ho viste davvero tante: il logo impaginato con effettacci 3D di Word, che per qualche arcano motivo puntualmente facevano “bloccare” il mio computer; ritagli su carta di salumeria sui quali ho visto abbozzato veramente di tutto; tantissime volte la richiesta era quella di fare un logo “simile” ad uno già esistente. Insomma, la fiera degli orrori.

Probabilmente, quello che sto per dirti lo troverai banale e scritto su migliaia di blog di altri grafici, che cercano di tirare acqua al proprio mulino, ma in realtà non è così.
Ti stanno comunicando una grande verità.

Un logo efficace deve avere delle caratteristiche ben precise: essenziale e incisivo.
Un vero logo cela la creatività, non la ostenta.
Cosa voglio dire? La prima cosa sbagliata è proprio quella di credere che la creatività sia la soluzione ai mali della tua immagine, almeno secondo il mio punto di vista, sviluppato in tantissimi anni di esperienza. La creatività se non è controllata da una mente razionale e votata al business, resta aria fritta.
Si d’accordo, tutto bello, ma alla fine tutto poco incisivo.
La gente guarda, fa spallucce e passa avanti.

fortune3-logo-design-process-1

Il problema di tantissime aziende è che hanno un logo spesso bello, “creativo”, ma poco deciso. Mi piace parlare di “forza” di un logo. Dà identità all’azienda ma non riesce a rappresentarla, non resta impresso nella mente delle persone, in modo da risultare immediatamente riconoscibile appena viene visto.

Se hai bisogno di un logo, rivolgiti a me o un professionista che sappia interpretare i tuoi bisogni, non riprodurre quello che hai nella tua testa. Tu sei coinvolto emotivamente, e il tuo logo dovrebbe avere, secondo te, numerosi elementi per rappresentarti. Io invece ti dico che il tuo logo deve essere semplice, deciso. Pochi colori, uno ancora meglio. E deve essere efficace. Ti faccio solo l’esempio del baffo della Nike. Puoi leggerlo anche senza che ti venga indicato il nome, ormai sei così abituato ad associarlo ad articoli sportivi, che non ci fai più caso.

Il tuo  logo non deve piacerti perché è fico, deve piacerti perché ne riconosci l’efficacia.
È uno strumento di lavoro, deve funzionare e lavorare per te. Chiaro, deciso, pochi fronzoli.

Se devi realizzare un logo, rifletti su queste parole: un professionista costerà un po’ di più come prestazione, ma ti fa risparmiare un sacco di denaro e tempo nel futuro. È un costo che devi permetterti se vuoi un lavoro serio, efficace e utile al tuo business.

Michele Grimaldi